Radiestesia - Erba Sacra Milano

Erba Sacra Milano
MILANO
Vai ai contenuti
RADIESTESIA - RADIONICA
CORSO 1° e 2° livello

DESCRIZIONE
Docente Sandro Caberlon

  
RADIESTESIA-RADIONICA
Alla base della radiestesia e della radionica vi è il concetto che tutte le forme di vita esistenti sulla Terra possiedono un campo elettromagnetico che mantiene e organizza la loro vita. Questo “campo di forza” è collegato a sua volta al campo elettromagnetico del nostro Pianeta.
Esiste una forza vitale universale che permea tutta la vita. Per i cinesi questa forza vitale  si chiama “qi”, per gli indiani “prana”.
Negli anni ’30 del secolo scorso, negli Stati Uniti, Burr e Northrop elaborarono la teoria dei “campi di forza”, conosciuta anche come teoria elettrodinamica della vita. In base a questa teoria, tutte le forme fisiche esistenti, dall’uomo al minerale, sono tenute insieme da campi di energia elettromagnetica complessi, invisibili all’occhio umano. Questi “campi di forza” controllano e danno forma al nostro corpo, e lo collegano, contemporaneamente, a tutti gli altri corpi. L’uomo, come ogni altra forma di vita sul Pianeta, è immerso in un vasto campo elettromagnetico e ne possiede a sua volta uno che, se squilibrato, darà origine a una disarmonia energetica.
Per comprendere a fondo la radiestesia e la radionica, è quindi necessario capire che tutto è energia.
Possiamo affermare che tutta la materia è energia. Ci sono forme fisiche, solide, liquide, gassose, ma anche forme di energia più eterea, come le emozioni e i pensieri. Quando produciamo, sistematicamente, pensieri o emozioni disarmonici, prima o poi si creerà uno squilibrio energetico che, alla lunga, potrebbe sfociare in un malessere fisico.

In che modo agisce la Radiestesia e la Radionica?
Benedetto Lavagna definisce la radiestesia una super normale sensibilità alle radiazioni extrasensoriali, sensibilità che rende l’uomo capace di un vastissimo potere conoscitivo.
Il meccanismo che permette il funzionamento della radiestesia si chiama “sintonia”.
Affinché la ricerca radiestesica, applicata alla scelta del trattamento radionico, abbia buon esito, occorre che il radiestesista abbia fiducia nella sua capacità di sintonizzarsi e di essere in armonia con se stesso.
È indispensabile che l’operatore raggiunga uno stato di rilassamento e di “silenzio” interiore, che gli permetta di captare il segnale della risposta in modo nitido deve essere in grado di eliminare ogni causa che tenda a disturbare l’unione con l’Universo.

Differenza tra Radiestesia e Radionica
Radiestesia deriva dal latino Radius = Raggio  e dal greco Aisthesis= sensibilità
Quindi, sensibilità alle radiazioni.
La radiestesia rappresenta l’aspetto percettivo: è il percepire a distanza;
La radionica è l’aspetto attivo: è l’agire a distanza.
La Radiestesia è il “sapere”
La Radionica è l’ “agire”

I campi di applicazione della Radiestesia e della Radionica sono innumerevoli ma il suo limite principale risiede nel fatto che  non può essere utilizzata per favorire la competizione o il dominio di una persona su un’ altra, pertanto è escluso qualsiasi atto di Prevaricazione.

La Radiestesia
La radiestesia per la propria indagine utilizza diversi strumenti quali bacchette, verghe, piastre su cui sfregare le dita, pendoli.
La Radiestesia insegna a captare le radiazioni elettromagnetiche dei corpi sia che appartengano al regno minerale, vegetale o animale o umana.
Nessuno deve immaginarsi che per captare le radiazioni dei corpi sia sufficiente possedere una bacchetta o  un pendolo, aver frequentato un corso e  aver studiato su libri. Non basta! E’ necessario fare molti esercizi!
In questo corso per la ricerca radioestesica useremo il pendolo.

Si Inizia!!
Prima di iniziare una ricerca radioestesica è necessario seguire alcuni accorgimenti:
  • Essere in buon stato di salute
  • Avere tranquillità di spirito
  • Allontanare persone diffidenti e avverse
  • Evitare gioielli vistosi
  • Non tenere gambe e braccia incrociate o accavallate
  • Braccio destro non rigido e non poggiato a sostegni
  • Stando al tavolo poggiare la mano sinistra sul tavolo
  • Non aver fretta nel voler ottenere un risultato

Cosa si può fare e cosa si può ricercare col Pendolo ?
I campi di applicazione come già detto sono innumerevoli.
Ne citiamo solo alcuni:
Individuare un arto fratturato in una persona, riconoscere se l’acqua potabile o meno, riconoscere i cibi buoni da quelli nocivi per noi, riconoscere eventuali radiazioni benefiche e nocive nel sottosuolo, riconoscere la composizione di due terreni, o se due monete hanno la stessa lega, o se una moneta è falsa, se vi sono  degli organi che funzionano meno degli altri, o riconoscere una firma falsa o l’autore di un testo, è possibile riconoscere l’età delle persone, riconoscere errori matematici, guasti al motore, fare dei test sulle intolleranze alimentari, o su diversi prodotti chimici e molto altro!


Un corso utile per chi vuole veramente iniziare ad usare Professionalmente la Radiestesia e Radionica tramite il Pendolo o scoprire un mondo affascinate e misterioso.
COSTI
Il costo del Corso 1° livello è di 60€ cad. + 20€ tessera annuale *
Il costo del Corso 2° livello è di 80€ cad.*
* (consigliato a coloro che hanno partecipato al corso di 1° livello)
Il Corso avrà luogo da un minimo di 3 iscritti
* Il tesseramento è obbligatorio ai Sensi di Legge

DURATA del CORSO
1° Livello
QUATTRO ore con pratica base e condivisione.
2° Livello
QUATTRO ore con tecnica e pratica avanzata.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

LOCATION
SPAZIO BLU
Via A. Calderoni 2 Milano

DATA
18 gennaio 2020
09 febbraio 2020
1° Livello - h 14.00 - 18.00

21 marzo 2020
2° Livello - h 14.00 / 18.00

PRENOTAZIONE CORSO DI RADIESTESIA E RADIONICA



 1 PERSONA
 2 PERSONE
 3 PERSONE
 + PERSONE INDICARE NELLE INFO
 1° Livello
 2° Livello
 1° + 2° Livello





© 2000-2019 - Erba Sacra | Sede Nazionale: Piazza San Giovanni Bosco 80, 00175 ROMA  c.f. 97200750582, iscritta al Registro Nazionale APS con il n. 202
© 2000-2019 - Erba Sacra | Sede Nazionale: Piazza San Giovanni Bosco 80, 00175 ROMA  c.f. 97200750582, iscritta al Registro Nazionale APS con il n. 202
Torna ai contenuti